consigli e-commerce
E-commerce: 3 accorgimenti da non sottovalutare
23 Marzo 2017
protocollo https ssl
Protocollo HTTPS: vietato ignorarlo!
12 Aprile 2017
Vendere on line

Stai pensando di avventurarti nel vasto mondo del commercio online? Ecco cosa devi sapere per vendere online!

Vendere on lineLa vendita online sta pian piano diventando sempre più presente sul territorio Nazionale e molti imprenditori valutano attentamente lo “sbarco” sulla rete.

Conviene sempre essere presenti online? Come approcciarsi al web? Perché farlo?

Se a queste domande non trovi una risposta soddisfacente, che ti schiarisca un po’ le idee, sei nel posto giusto.

Ecco tutte le risposte che cercavi!

Vendere online: quando?

Di solito la risposta più gettonata è “sempre, l’opportunità di business che offre l’online è troppo ghiotta”.

In parte è vero, anzi, diciamo che è vero in parte .

Approdare con la propria azienda in un contesto così vivo come lo è il web, può portare a generare grandi introiti, a far crescere il business.

Tuttavia, in alcuni casi la decisione più saggia è quella di non vendere online (ma forse bisognerebbe non vendere e basta, neanche offline!).

Sì, c’è anche questa eventualità, figlia di politiche aziendali o convinzioni personali sbagliate.

Eccone 3 fondamentali

  1. Avere un modello di business che non porta risultati (se non generi utili offline, non vedo perché beffa funzionare on line) il web marketing in generale è un amplificatore, quindi se una cosa non funziona offline non funziona neanche on line
  2. Vendo online perché non bisogna investire molto Nel caso in cui tu stia pensando che aprire un e-commerce o, in generale, vendere online, non necessiti di investimenti importanti, sei dannatamente in errore.
  3. Per avviare un business redditizio sul web non basta “aprire un sito” e attendere che le persone acquistino: questo non accadrà mai e quello che speravi si trasformasse in un business vincente, ben presto si trasformerà in un misero fallimento.

Vendere online significa investire, tanto quanto lo si farebbe offline!

Perché mai dovrebbe “costare” meno?

Non ho bisogno del marketing

Altro pensiero (inconscio) da rivedere.

Molti imprenditori, quando iniziano il loro cammino nel mondo del business, sia questo on e offline, dimenticano completamente di definire un budget dedicato al marketing, alla promozione!

E’ un fattore importantissimo nell’offline, e ancor di più online, dove la concorrenza è davvero tanta.

2 notizie, una buona e una cattiva:

  • quella cattiva è che online ci sono tantissimi competitors se non hai un idea differenziante è inutile (ti schiacceranno)
  • quella buona è che il 90% di loro non ha le competenze giuste per affermarsi sul web, non investe nei canali giusti, non ha la consapevolezza di cosa fare e a chi affidarsi, quindi è facilmente scalabile.

Investire sui Social Media e sui motori di ricerca è un passo inevitabile per una nuova realtà di business:

qualsiasi nuovo brand non può esimersi nell’utilizzare strumenti come Facebook Ads e Google Ads (e se non si è in grado di padroneggiarli, bisogna affidarsi a chi ne ha le competenze). Se non hai una giusta strategia questi ed altre piattaforme rimangono  sempre e solo strumenti.

Vendere online: come?

Ci sono diversi modi per poter vendere online.

Partiamo con la creazione del proprio sito di vendita, senza avvalerci di servizi di terze parti.

Cosa ne consegue:

  • Grande possibilità di personalizzazione.
  • Nessuna percentuale da pagare a terze parti sulle vendite dei tuoi prodotti.
  • Non dipendi da terze parti, sei artefice del tuo “destino” ed hai accesso a tutti i dati statistici/di analisi.
  • Puoi puntare ad un posizionamento organico delle tue pagine.
  • Puoi sfruttare tutti gli strumenti  ads disponibili per migliorare il tuo business (Facebook Ads, Google Ads).

La scelta si dimostra essere azzeccata, ma non dobbiamo precludere un’apertura anche a servizi di terze parti, come i marketplace (ad esempio Amazon) o i comparatori di prezzo (ad esempio Trovaprezzi o Kelkoo).

Usufruire di tali servizi può rivelarsi davvero molto utile.

Certo, ci sono pro e contro, ma, almeno agli inizi, quando il traffico sul nostro sito non è consistente ed il nostro brand è praticamente sconosciuto, questi servizi possono davvero fare la differenza.

Avremo fin da subito una grande visibilità, che si trasformerà in traffico sul nostro sito e brand reputation.

C’è qualche contro, ma era inevitabile, Amazon, Trovaprezzi, Kelkoo e compagnia bella sono delle aziende, e come tali in qualche modo devono pur guadagnare!

Per questo motivo troviamo il primo ostacolo:

commissioni sulle vendite o tassazione dei click (PPC Pay Per Click, usato comunemente sui comparatori di prezzo, i marketplace come Amazon prendono una commissione sulla vendita).

Qual è la soluzione migliore?

A mio avviso certamente quella di partire appoggiandosi anche a questi servizi, vuoi per creare un minimo di branding, vuoi per fare un po’ di cassa, che, agli inizi di ogni nuova attività, è sempre una vera e propria “manna dal cielo”.

Vendere online: perché?

Tolto quel 5% di cui parlavamo nel primo paragrafo, vendere online è, ormai, davvero necessario.

Gli acquisti online sono sempre più in crescita e la moneta viaggia sempre più sul digitale (sfido a trovare più persone che hanno in casa somme consistenti di denaro).

La fase di “scetticismo” si è conclusa:

ora online si acquista di tutto, dai prodotti per la casa e generi alimentari, a prodotti di elettronica di consumo, informatica; non dimentichiamoci anche il settore automobilistico, o quello riguardante i viaggi (le nostre amate vacanze).

Vendere online è necessario, perché le opportunità sono davvero tante ed il bacino di utenza è davvero vasto (vastissimo se pensiamo di vendere anche all’estero).

Se vuoi approfondire questi ed altri argomenti sul mondo dell’ecommerce, Scarica il nostro report gratuito, lo trovi qui sulla destra

Carmine Grassio
Carmine Grassio
Fondatore di latinet.it e co-fondatore di SOS Conversioni, dal 2001 aiuta eCommerce ad acquisire e fidelizzare nuovi clienti online attraverso strategie mirate di web marketing.

Questo sito web utilizza i cookies per fornirti  la migliore esperienza di navigazione possibile. Acconsenti all'utilizzo dei Cookies cliccando sul pulsante o scrollando la pagina.