Dropshipping: tutta la verità, nient’altro che la verità
14 Febbraio 2017
vendere on line
Vendere online: 3 regole da seguire
6 Marzo 2017
vendere su amazon

Come fare per vendere su Amazon? E’ davvero conveniente o non ne vale la pena? Scoprilo nel nostro articolo!

vendere su amazonAmazon ormai lo conosciamo tutti, è diventato un punto di riferimento per tutti.

Che si voglia acquistare un elettrodomestico, un computer, un libro o addirittura fare la spesa, il discorso non cambia:

Amazon primeggia in tutto e per tutto!

Un successo costruito su una quantità di prodotti sterminata e su di una assistenza clienti formidabile (se qualcosa non va, in un paio di giorni si riceve un nuovo prodotto o si viene rimborsati!); senza dimenticare poi il servizio “Prime”, che offre la spedizione gratuita su migliaia di prodotti, pagando un canone mensile davvero esiguo.

Un paradiso per gli amanti dello shopping… e per chi invece non vuole solo acquistare su Amazon, ma bensì vendere su Amazon?

Vendere su Amazon: un palcoscenico formidabile

Come già accennato, Amazon è diventato ormai il canale di acquisto preferito di milioni di persone:

persone che conoscono bene il marchio, si fidano e non hanno timore di acquistare.

Questo significa avere un ampio pubblico super fidelizzato, e, credetemi, non è assolutamente qualcosa di così “comune”.

Di solito, prima di acquistare un prodotto, il cliente, su qualsiasi altra piattaforma, effettua ricerche sul negozio, ci pensa e ci ripensa… spesso non arriva a completare il processo di acquisto.

Su Amazon non va così, c’è un processo di acquisto molto più lineare e abbastanza spesso si assiste anche all’acquisto “compulsivo” (il cliente parte che vuole acquistare un singolo prodotto, ma alla fine del processo di acquisto ne ha acquistati 2 o 3!).

Questo perché Amazon è bravissimo nel consigliare prodotti accessori o correlati, ha un’ottima strategia di re-marketing e servizi esclusivi (che invogliano all’acquisto) come Prime.

Insomma, vendere su Amazon equivale a salire su un palcoscenico, davanti a milioni di persone!

Vendere su Amazon: come fare? Quanto costa?

Veniamo ai punti centrali dell’articolo: come vendere su Amazon? Quanto costa?

Innanzitutto bisogna fare fin da subito una distinzione.

Per vendere su Amazon ci sono 2 diverse soluzioni:

  • una per chi ha bassi volumi di vendita
  • una per chi intende aprire un business di una portata maggiore.

Nello specifico, si può scegliere di aprire un account Base, dove poter realizzare massimo 40 vendite al mese, o un account Pro, dove non ci sono limiti di vendite mensili.

vendere su amazon

Ovviamente i 2 account hanno costi e funzionalità molto diversi.

Nel primo caso (account base, massimo 40 vendite al mese), non avremo un canone mensile da pagare, Amazon, infatti, si limita a tassare le nostre vendite con un prezzo di 0,99 cent.

Nel secondo caso (account pro, nessun limite di vendite mensili), il costo dell’abbonamento è di € 39,00.

In totale, però, le commissioni da pagare ad amazon sono ben 3:

  • Quota di abbonamento mensile fissa
  • Una commissione per “segnalazione”, applicata sul prodotto al momento della vendita (ovvero si paga una commissione perché il nostro prodotto è presente sulla piattaforma Amazon).

  • Una commissione variabile di chiusura, applicata sul prodotto al momento della vendita (ovvero si paga perché il nostro prodotto è stato venduto).

Di seguito le funzioni e le condizioni dei 2 diversi account (il primo base, il secondo pro).

funzionalità amazon

Tutte le info sulle commissioni per le rispettive categorie le trovate nell’apposita pagina di Amazon.

Per iniziare a vendere basta compilare i form ed iscriversi nell’apposita pagina dedicata ai rivenditori.

Per prima cosa bisogna scegliere il paese dove si ha la residenza, dopodiché bisogna specificare che tipo di “entità” si è (immagine sotto).

vendere su amazon

Al momento della scelta della società/azienda, comparirà un nuovo campo dove inserire la ragione sociale.

Gli step successivi si occuperanno di richiederci tutte le informazioni aziendali, logistiche e inerenti alle transazioni (ci verrà richiesto l’inserimento di una carta di credito, che, se avete un account come utente su Amazon, prenderà in automatico tra le “nostre carte”).

I costi per vendere su questo marketplace li abbiamo visti, tutto il processo di registrazione per cominciare a vendere fin da subito è abbastanza semplice ed intuitivo, ma la domanda a cui dobbiamo ancora rispondere è:

conviene vendere su Amazon?

Vediamo!

Vendere su Amazon: conviene?

Dare una risposta secca è impossibile.

Da una parte la visibilità, la certezza di entrare in un marketplace che, forse, non ha eguali al mondo, dall’altra però non possiamo non considerare le commissioni da versare a quest’ultimo da 7 al 15%.

In linea generale, possiamo propendere per il “sì, conviene”, a patto però, di avere buoni margini di guadagno sui prodotti che si vanno a mettere sul mercato, un mercato agguerrito, pieno di competitors. Esempio se vendi abbigliamento la commissione è del 15% + una canone mensile di 39,00 euro, inutile dire che se hai un margine di guadagno del 20% Amazon non fa per te.

Il consiglio è di partire con un abbonamento base o pro con 3 mesi gratis e testare per qualche mese l’andamento delle vendite in relazione ai prodotti proposti, magari anche provando a coprire diversi settori:

lo scopo è analizzare il mercato che c’è su Amazon e trovare i prodotti sui quali possiamo “giocarcela” bene (ovvio che trovare dei buoni fornitori diventa di vitale importanza).

Vendere su Amazon conviene, se si decide di farlo con prodotti di nicchia (o semplicemente non troppo commerciali, per evitare troppo la guerra del prezzo), oppure se si dispone di un parco fornitori che permette di imporre prezzi (davvero) aggressivi, sempre tenendo in considerazione tutte le commissioni da dover versare… per tutto il resto c’è l’apertura di un e-commerce indipendente!

Una cosa che devi sapere e che vendere su Amazon significa essere soggetto a Rating, ovvero un punteggio di qualità basato sulla velocità di spedizione, risposte agli utenti, resi ecc. Se non rispetti queste regole vieni buttato fuori anche in tempi molto brevi, al contrario ti aiuta a scalare le posizioni.

Un altro aspetto molto favorevole di Amazon è che riesce a farti vendere comunque tanto quindi anche se la marginalità è bassa aumenta il tuo potere di acquisto e contrattuale. Immagina di contrattare con il corriere facendo 2 spedizioni al giorno o 100, capisci la differenza.

Se vuoi approfondire l’argomento e capire se e come muoverti sulla piattaforma Amazon, richiedi una consulenza gratuita!

Carmine Grassio
Carmine Grassio
Fondatore di latinet.it e co-fondatore di SOS Conversioni, dal 2001 aiuta eCommerce ad acquisire e fidelizzare nuovi clienti online attraverso strategie mirate di web marketing.

Questo sito web utilizza i cookies per fornirti  la migliore esperienza di navigazione possibile. Acconsenti all'utilizzo dei Cookies cliccando sul pulsante o scrollando la pagina.