Registrazione obbligatoria: stai dimezzando il tuo business!

incremento conversioni
E-commerce: piccole variazioni per generare grandi guadagni
7 Ottobre 2015
Come aumentare la spesa media sul tuo e-commerce
14 Ottobre 2015
registrazione-obbligatoria

Spesso quando si apre o gestisce un e-commerce si commettono errori che riducono la percentuale delle conversioni (ovvero diminuiscono le vendite)

Uno di questi errori è quello di rendere la registrazione obbligatoria per acquistare un prodotto. Optare per questa soluzione significa influire negativamente sulle conversioni, diminuendo la percentuale delle vendite. Sapevi che 1 utente su 4 abbandona l’acquisto quando si trova difronte alla registrazione obbligatoria? Cosa comporta tutto ciò?

Semplice: meno conversioni vuol dire meno vendite e meno vendite equivale a generare meno guadagni. Sono sicuro che tuttò ciò non rientra certo nei tuoi piani!

Spesso si pensa che un cliente registrato sia un cliente fidelizzato, ma in realtà non è proprio così. La registrazione è comunque un passo verso la fidelizzazione, ma non tutto gira intorno ad essa. Rendere efficiente e “user-friendly” il proprio e-commerce è sicuramente molto più importante: pensate ai vostri acquisti fatti online, tornate ad acquistare su un sito perché siete registrati o semplicemente perché la vostra esperienza di acquisto è stata positiva?

Di seguito un esempio di come dovrebbe funzionare il proprio processo di acquisto, ce lo mostra il colosso Ikea Italia.

Acquista come ospite

Jared Spool (autorità sulla usabilità Web, fra gli oratori più quotati in oltre 20 conferenze l’anno, presidente e principale relatore della conferenza annuale “UI Conference alla Tufts University Gordon Institute”) afferma che eliminando la registrazione obbligatoria al momento dell’acquisto e permettendo quindi il completamento dell’ordine come “ospite”, ha generato un aumento annuale delle vendite pari a 300 milioni di dollari.

Come è stato possibile? La risposta ce la fornisce ancora Spool:

“I clienti erano infastiditi dal doversi registrare prima di effettuare un acquisto. Uno shopper ci ha detto (tenete ben a mente questa frase) “Non sono qui per avviare una ‘relazione’. Voglio solo comprare qualcosa.”

Come potrai intuire, lasciare libertà di decisione sulla scelta di registrarsi o meno per effettuare un acquisto è importantissimo, quindi, per aumentare le vendite sul tuo e-commerce lascia al cliente libertà di scelta!

Il momento giusto per “spingere” il nostro cliente a registrarsi è lo step successivo all’acquisto:

una volta completata l’operazione di checkout e aver quindi confermato l’ordine, puoi ricordare all’utente di poter effettuare la registrazione inserendo l’opzione direttamente nella “thank you page”, dove oltre a ringraziarlo per aver scelto il tuo e-commerce, potrai invitarlo a creare un account inserendo solamente il nome, l’indirizzo email e poco più. Hai già ottenuto in precedenza tutti i suoi dati (visto che ha acquistato un servizio/prodotto da te pochi istanti prima) e questo renderà l’operazione di registrazione più agevole e snella, facendo crescere di conseguenza anche il tasso di conversione  delle registrazioni.

Ecco un esempio di come è possibile fare:

registrazione post acquisto

Fonte: Optimizely

Se vuoi approfondire questo e altri argomenti sul mondo dell’e-commerce, scarica il Report Gratuito qui a fianco.

Stefano Pelati
Stefano Pelati
Co-fondatore di SOS Conversioni e fondatore di easyadwords.it 
con oltre 5 mln di budget gestiti 
in AdWords, dal 2008 aiuta imprese ed eCommerce a migliorare i propri risultati online attraverso test e lead generation.

Questo sito web utilizza i cookies per fornirti  la migliore esperienza di navigazione possibile. Acconsenti all'utilizzo dei Cookies cliccando sul pulsante o scrollando la pagina.